Dulcis in fundo

Pioggia e profumo di dolci

Dopo un martedì di corsa, oggi pomeriggio ho chiuso la porta e ho deciso di fermarmi. Mi sono riposata, ho ascoltato la musica della pioggia e la voce del vento fuori dalla finestra e mi è venuta voglia di riempire la cucina di un profumo avvolgente, anche se non proprio di stagione – uno strudel bello caldo da gustare appena sfornato, con un piede nell’inverno e l’altro impaziente di nuovo sole.

STRUDEL DI MELE VIENNESE (dal libro “Cucinare nelle Dolomiti”, casa ed. Athesia)

Ingredienti per la pasta tirata

180 g di farina 1

60 ml di acqua tiepida

un uovo a temperatura ambiente

un cucchiaio di olio di semi

un pizzico di sale

mezzo cucchiaino di aceto di vino bianco

Mescolate in una ciotola la farina con l’acqua, l’uovo, l’olio, il sale e l’aceto e impastate fino a ottenere un impasto liscio ed elastico. Non perdetevi d’animo se all’inizio l’impasto sembrerà appiccicoso: lavoratelo con energia e se serve aggiungete altra farina, servono mani pazienti ma non vi pentirete del risultato…di gran lunga migliore degli strudel fatti con la pasta sfoglia!

Modellate l’impasto in forma di palla, spennellatelo con un po’ di olio e fatelo riposare per circa 30 minuti a temperatura ambiente coperto con un tovagliolo.

Nel frattempo, preparate il ripieno dello strudel.

Ingredienti per il ripieno

4 mele di media grandezza

succo di mezzo limone

due cucchiai di rum

una presa di scorza di limone bio grattugiata

50 g di pane grattugiato

30 g di burro chiarificato

20 g di uva sultanina

10 g di pinoli

un pizzico di cannella

60 g di zucchero

zucchero a velo

Sbucciate le mele, tagliatele a fettine e marinatele con il succo e la scorza del limone e il rum.

Mettete a bagno l’uvetta in acqua tiepida e sciacquatela più volte per togliere le impurità.

Tostate leggermente i pinoli.

Fate fondere il burro in un pentolino.

Abbrustolite il pane grattugiato in metà del burro fino a che non si sarà un poco brunito.

Riunite tutti gli ingredienti in una ciotola e spolverizzate con abbondante cannella, unendo anche lo zucchero.

E’ arrivato ora il momento di dare allo strudel la sua forma classica.

Disponete il ripieno sul lato lungo della sfoglia.

Spennellate il resto della sfoglia con altro burro fuso, lasciandone un po’ per ungere la superficie esterna dello strudel.

Arrotolate lo strudel, facendo in modo che la sfoglia non risulti chiusa ermeticamente ai lati. In questo modo il vapore potrà fuoriuscire più agevolmente durante la cottura.

Ungete infine lo strudel con il burro rimasto e infornate a 180° per circa 35 minuti.

Servite lo strudel caldo o tiepido dopo averlo cosparso di zucchero a velo.

Cito dalla ricetta: “La pasta imburrata senza ripieno verrà avvolta intorno allo strudel e gli strati di pasta produrranno delle sfoglie croccanti sulla superficie dello strudel”.

E’ proprio così! Cos’altro aggiungere se non…bontà infinita. 

You Might Also Like

No Comments

Rispondi

CONSIGLIA Pasta ncaciata
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: